Silvia Bellucci e l’arte dell’ufficio stampa

L‘ufficio stampa è un mestiere delicato, funambolico e proteiforme; è un lavoro da stakanovisti. Cosa significa studiare un lancio? Cosa significa “stare appresso” a un libro? Quanto dura la dedizione a un libro fresco di stampa? Che significa “diventare” una casa editrice? Come si informa un ufficio stampa, cosa legge ogni giorno, dove si aggiorna? […]

Pianobisti! Guarducci, Miliotti, i libertari e gli ambientalisti

Dieci anni (e mezzo) di autonomia e di ricercatezza, caratterizzati da una sincera dedizione ai filosofi libertari e ai pauperisti [Thoreau, Emerson, Peguy, Bloy], da una verace e radicale professione di ambientalismo [loro un Monbiot e il suo equivalente italiano, Sturloni], da una ripetuta serie di coraggiosi e sofisticati recuperi [dal “Typee” di Melville a […]

David Frati e i Mangialibri

Romano (più correttamente: monteverdino), classe 1968, orgogliosamente figlio del popolo, David Frati ha sempre cercato ‒ con buona pace dei diktat di Benedetto Croce ‒ di conciliare due vocazioni, quella umanistica e quella scientifica. È un giornalista medico e un “medical writer” tra i più apprezzati nel nostro Paese (si occupa prevalentemente di oncologia); aveva […]

Vanni Santoni intervista Franchi: lo stato della critica e lo stato del romanzo

Sono uno dei sessantasei critici letterari intervistati da Vanni Santoni per “L’Indiscreto”: la sua grande inchiesta è stata pubblicata in quattro, complesse tappe [uno – due – tre – quattro]. Vi invito a nutrirvene a dovere nelle pagine dell’Indiscreto. En passant, qui la mia intervista integrale [fine 2018]: VS: Scrisse, attraverso un suo personaggio, Pynchon, […]

Guida ragionata al Mattioni postumo [2002-2018]

  Una breve guida al Mattioni postumo si pone, sul nascere, l’audace obbiettivo d’essere a un tempo completa ed equilibrata; in corso d’opera, si deve ammettere che non potrà che essere provvisoria, perché qualcosa può essermi sfuggito, nonostante la passione e l’ostinazione: mi riferisco a “Il testimonio”, pubblicato dalla piccolissima Ramo d’oro nel 2003: nel […]

Tic, Er Cane e via Bertani: nel mondo di Kraushaar

EK! Kraushaar è un inventore, un giornalista, un editore e uno scrittore romano, classe 1977: è uno dei papà dell’etichetta di grafica e abbigliamento “I Have a Dream” (quella della “metropolitana dei sogni” di Roma), delle mensole-libro (libri-culto: mensole affidabili), delle parole magnetiche (Scripta Magnet): è il demiurgo del mondo surreale di Er Cane, della […]

Dallo Strega ai falò: storia di un libro maudit

C’era una volta un romanzo italiano che sembrava nato per far discutere: sembrava predestinato alla cinquina dello Strega, politicamente atipico e complesso com’era, sembrava scandaloso, per il radicale sionismo e per la memoria delle violenze integraliste islamiche sul suolo nazionale; profondamente romanesco, pubblicato da un editore di chiara sensibilità atlantica e democratica, in copertina un […]

Luciano Troisio intervista Franchi: “Inadempienza” e dintorni [2008]

Da poco più di un mese, uno dei miei più vecchi sodali – il poeta padovano Luciano Troisio, classe 1938 – è diventato uno dei fantasmi che ogni tanto vengono a tenermi compagnia e a parlarmi, uno dei fantasmi che infestano le mie stanze. Era stato uno dei primi incontri formidabili e imprevisti della mia giovinezza […]