“Il Ventriloco” pubblica un mio racconto, “Passavamo da Scarpone”

  Estremamente contento di una nuova collaborazione: quella coi ragazzi trasteverini della rivista “Il Ventriloco“, giunta al suo numero 11. Per loro ho scritto un racconto fontejano, pamphilo e trasteverino, chiamato “Passavamo da Scarpone“. L’illustrazione è stata firmata da Titti Fruwirth. Da qualche parte troverete pure le letture dei ragazzi dell’Argot Studio, magari sulla pagina […]

“Umago Viva” vi parla di cose franche…

Profondamente grato alla Famiglia Umaghese e a Mariella Manzutto e Aldo Flego, redattori del nostro amato “Umago Viva. Notiziario degli esuli del Comune di Umago”, per gli articoli che mi hanno dedicato nell’ultimo numero della rivista [137, aprile 2020]: è per me motivo di singolare contentezza, perché questa rivista era la rivista più amata dai […]

“Extravaganti”: tutti i racconti apparsi altrove… [2008-2020]

Approfitto di queste giornate di quarantena per mettere in ordine i pezzi – in senso stretto. Al di là dei 27 di “Disorder” [Foglio, 2006] e dei 47 di “Monteverde” [Castelvecchi, 2009], questo è l’elenco completo dei 31 racconti o frammenti apparsi qua e là, nel tempo, tra riviste, raccolte e iniziative varie, a partire […]

“Tre volte Trieste”: un mio racconto sul vecchio “Piccolo” di Trieste

Oggi, 7 marzo 2020, ho avuto il privilegio di essere ospitato dal quotidiano della mia Trieste: c’è un mio racconto, chiamato “Tre volte Trieste”, ospite della rubrica “Mappe d’autore” dell’inserto “Tuttolibri” dove sono già apparsi, nelle puntate precedenti, scritti dei poeti Grisancich e Nacci. Ringrazio Elisa Russo e Pietro Spirito. Non serve dire quanto vi […]

Disuguaglianza: un vantaggio?

I nostri amici di +Europa, “Più Europa, per un’Italia libera e democratica” stanno dibattendo sulla disuguaglianza generazionale: questo il mio contributo al dibattito, apparso su https://piueuropa.eu/2020/02/05/disuguaglianza-un-vantaggio/  La disuguaglianza è fertile. È fertile perché costringe a un confronto con l’alterità, spinge alla speculazione – in senso stretto: spinge a riflettersi nel prossimo – e obbliga alla […]

2019: libri dell’anno; recuperi dell’anno; cosa va, cosa non va. Libri, Nuvole e Nuvolette

44mila lettori nel 2019, soprattutto romani, milanesi, torinesi, napoletani, bolognesi, fiorentini e veneziani: a voi – stando ad Analytics, siete stati parecchi – devo qualche parola. Negli ultimi sei mesi ho pubblicato solo tre articoli. Mi sento estremamente distaccato da parecchie questioni letterarie ed editoriali che pure potrebbero appassionarmi: movimenti improbabili di outsider, amatori rabbiosi […]

Silvia Bellucci e l’arte dell’ufficio stampa

L‘ufficio stampa è un mestiere delicato, funambolico e proteiforme; è un lavoro da stakanovisti. Cosa significa studiare un lancio? Cosa significa “stare appresso” a un libro? Quanto dura la dedizione a un libro fresco di stampa? Che significa “diventare” una casa editrice? Come si informa un ufficio stampa, cosa legge ogni giorno, dove si aggiorna? […]

Pianobisti! Guarducci, Miliotti, i libertari e gli ambientalisti

Dieci anni (e mezzo) di autonomia e di ricercatezza, caratterizzati da una sincera dedizione ai filosofi libertari e ai pauperisti [Thoreau, Emerson, Peguy, Bloy], da una verace e radicale professione di ambientalismo [loro un Monbiot e il suo equivalente italiano, Sturloni], da una ripetuta serie di coraggiosi e sofisticati recuperi [dal “Typee” di Melville a […]

David Frati e i Mangialibri

Romano (più correttamente: monteverdino), classe 1968, orgogliosamente figlio del popolo, David Frati ha sempre cercato ‒ con buona pace dei diktat di Benedetto Croce ‒ di conciliare due vocazioni, quella umanistica e quella scientifica. È un giornalista medico e un “medical writer” tra i più apprezzati nel nostro Paese (si occupa prevalentemente di oncologia); aveva […]